Disturbo ossessivo compulsivo e senso di colpa

Il DOC (disturbo ossessivo compulsivo) è spesso connesso con il senso di colpa.

Quando la persone mette in atto quello che viene definito laddering (ne parleremo in un post dedicato) ovvero la tecnica di accertamento del significato negativo degli eventi temuti, molti contenuti hanno come tema il senso di colpa.

Possiamo individuare due tipologie di senso di colpa nel DOC :

1.senso di colpa altruistico: implica che esista empatia nei confronti dell’altr* per cui la persona è convinta di aver arrecato qualche danno commettendo un’azione o per aver omesso qualcosa. Il senso di colpa può riguardare anche il fatto di non aver fornito supporto e sostegno o vicinanza a qualcun* per noi significativo (Mancini 2008).

2. senso di colpa deontologico: deriva invece dalla violazione di una norma morale. E’ collegato alla sensazione di essere indegni per aver agito in modo sbagliato o non moralmente accettabile e porta la persona che lo sperimenta a ricercare o ad avere l’aspettative di dover esser punit* (Mancini 2008).

Senso di colpa ed effetto Macbeth nel DOC:

Diverse ricerche tra cui anche quelle di Mancini (2014) riportano uno stretto legame tra senso di colpa deontologico e la messa in atto di compulsioni di lavaggio e controllo.

L’effetto Macbeth cela la necessità ripristinare uno stato di purificazione interiore attraverso la di pulizia a fronte di una sensazione e percezione di un sé “sporco”, in seguito all’aver compiuto azioni che sono considerate moralmente sbagliate.

Se anche tu soffri di DOC e desideri avere un rapporto più funzionale con il senso di colpa


Ho parlato di disturbo ossessivo compulsivo anche qui:

Disturbo ossessivo compulsivo: il circolo vizioso delle compulsioni

Disturbo ossessivo compulsivo: falsi miti