Disturbo ossessivo compulsivo: il circolo vizioso delle compulsioni

circoli-viziosi-nel-disturbo-ossessivo-compulsivo

Quando si parla di disturbo ossessivo compulsivo per lo più ci si concentra sulle ossessioni, di rado si parla dei circoli viziosi legati alle compulsioni

Un ruolo importante è svolto dai circoli viziosi legati alle compulsioni che hanno spesso il potere di mantenere il disturbo.

Quali elementi legati alle compulsioni favoriscono i circoli viziosi nel disturbo ossessivo compulsivo? 

Il primo elemento legato alle compulsioni che comporta il mantenimento dei circoli viziosi nel disturbo ossessivo compulsivo è la memoria.

Memoria:

Le persone con disturbo ossessivo compulsivo possiedono scarsa fiducia verso le proprie capacità di memoria. Nello specifico nel ricordo di aver eseguito o meno la compulsione.

Dalla ricerca di A. Radomsky e M. van den Hout emerge che la ripetizione del comportamento di controllo (compulsione) è associata a un calo della memoria e della fiducia.

Questo comportamento a sua volta porta a:

  • produrre maggiori ripetizioni
  • la ripetizione mina la fiducia nella memoria rispetto al fatto di aver compiuto la compulsione stessa
  • tutto questo produce un aumento delle compulsioni.

Obiettivo della compulsione:

Le persone con disturbo ossessivo compulsivo inseguono la certezza rispetto al fatto che un compito sia stato svolto correttamente.

Mentre completano il compito, sono orientati a ciò che potrebbe non essere giusto al riguardo, inoltre hanno anche standard molto elevati, desiderano quindi fare bene e sentono il bisogno di ripeterlo.

E’ fondamentale che in terapia vengano individuati eventuali altri circoli viziosi per favorire una presa di consapevolezza e una prospettiva di intervento sia sulla comprensione del circolo stesso ma anche delle strategie per far fronte alla diminuzione e all’eliminazione della compulsione stessa.

Se hai provato ma non sei riuscit* a comprendere quali siano i circoli viziosi legati alle compulsioni e cosa li mantenga possiamo parlarne insieme.


Altri articoli sul disturbo ossessivo compulsivo

Fonte: Psychologytools