Auto compassione: cos’è e come allenarla

Foto: Marzia Allietta

Quante volte abbiamo sentito questo termine e abbiamo pensato che fosse un sinonimo di avere pena per se stessi, o per trovare delle scusanti per giustificarsi e così via.

Ebbene l’auto-compassione è qualcosa di molto diverso!

Quali sono le caratteristiche dell’auto-compassione?

Avere compassione per se stessi non è diverso dall’avere compassione per gli altri.

  1. per avere compassione dell’altro occorre essere consapevoli che sta soffrendo e lo stesso vale nei tuoi confronti
  2. la parola compassione significa “soffrire con” e implica il sentirsi commossi dalla sofferenza degli altri in modo che tu possa rispondere al loro dolore
  3. significa offrire comprensione e gentilezza agli altri e a se stessi quando commettiamo errori
  4. implica il fatto di essere consapevole che la sofferenza, l’imperfezione e il fallimento sono parte della vita di ciascuno e anche della tua.

Come puoi iniziare ad allenare l’auto-compassione verso te stesso/a?

  1. Quando attraversi un momento difficile o quando commetti degli errori, invece di ignorare come ti senti e scacciare l’emozione, fermati. Riconosci come ti senti e dì a te stesso/a che è davvero difficile quello che stai affrontando e chiediti come puoi prenderti cura di te in questo momento.
  2. Siamo i peggiori giudici di noi stessi, specie se commettiamo errori o non soddisfiamo le nostre aspettative. Quando ti capita sii gentile nei tuoi confronti e accetta il fatto di non essere infallibile o perfetto, nessuno di noi lo è!
  3. prenditi cura di te per condurre una vita che si avvicini il più possibile ai tuoi valori personali e alle tue esigenze, per farlo stila un elenco di valori per te fondamenti e di bisogni che ritieni indispensabili (non parliamo di oggetti!).
  4. Le cose non vanno sempre come desideriamo, lungo la strada possiamo incontrare frustrazioni, perdite, errori, limiti. Impara a camminare a fianco a questa consapevolezza invece di volerla calpestare

Trovi altre risorse sul sito nella sezione In Regalo e sul canale YouTube.

Fonte: self-compassion.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *