Due abitudini per calmare la mente

Molto spesso la nostra mente si trova avvolta da una tempesta di preoccupazioni, rimpianti, pensieri che riguardano il passato o preoccupazioni per il futuro.

In terapia molto spesso le persone lamentano il fatto che la loro quotidianità è disturbata da continui pensieri e preoccupazioni che impedisce loro di stare nel qui ed ora.

Spinti dal desiderio di stoppare tutto questo vortice, ci spingiamo alla disperata ricerca di un po ‘di calma interiore.

In questo caso ricorriamo a soluzioni rapide: ricorriamo ad un farmaco, proviamo un po’ di respiro profondo, facciamo un bagno o cerchiamo di concentrarci su Netflix, sperando di trovare un pò di pace.

Se desideri una mente più calma, hai bisogno di cambiare le tue abitudini mentali.

Purtroppo non ci sono soluzioni rapide e preconfezionate per questo, occorre coltivare un modo diverso di “stare nel momento presente” e questo richiede tempo e pratica.

1.MINDFULNESS

Spesso si pensa che per praticare la mindfulness occorra chissà quale competenza, attrezzo o tempo. Non è proprio corretto, si può praticare la consapevolezza in modo semplice e quotidiano. Per consapevolezza si intende la capacitò di mantenere l’ attenzione nel presente piuttosto che nel passato o nel futuro.

La tua mente è più caotica e turbolenta quando rimbalza tra rimpianti del passato e preoccupazioni e paure future. Spesso questa tendenza a rimanere bloccati nel tempo può diventare un’abitudine, persino una dipendenza.

2. ASPETTTATIVE

Cambiare il modo di vedere le aspettative .

Spesso ci costruiamo delle aspettative irrealistiche circa le persone, gli eventi, gli oggetti…e tutte queste riguardano ovviamente il futuro .

L’abitudine di aspettarsi che accadano certe cose è il risultato di un desidero di ordine e normalità e in qualche modo serve a sollevarci dall’ansia di stare nell’incertezza.

E’ un tentativo di controllo irrealistico.

Vivere con costati aspettative non fa altro che crearci ansia e incrementa ulteriori ricerche di controllo e quando ci si rende conto che tutto questo non è possibile tendiamo a sentirci frustrati, arrabbiati, delusi, tristi.

Tutto questo non aiuta la mente a rimanere calma e focalizzata sul presente.

Se desideri saperne di più sulla mindfulness leggi questo altro articolo. Tra poche settimane partirà un percorso di 4 incontri puoi scoprire di più qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *