Eco ansia: componenti fondamentali

Ultimamente si parla di eco ansia e sempre più spesso in ambito psicologico. Come mai eco ansia e psicologia sono due argomenti attuali?

Il cambiamento climatico, i disastri naturali e gli eventi meteorologici estremi hanno inevitabilmente effetti sulla nostra salute mentale, oltre che sulla salute generale di tutti noi.

Eco ansia e psicologia

Dal punto di vista psicologico è oggetto di numerosi studi seppure sia un ambito di ricerca piuttosto recente.

Può essere definita come “ansia associata alle percezioni sui cambiamenti climatici” che può comportare deterioramento cognitivo, emotivo, funzionale o comportare sintomi somatici.

Spesso tutto questo si accompagna a pensieri negativi o apprensivi sul cambiamento climatico che possono essere ripetitivi, difficili da controllare o persistenti.

In molti casi questi sintomi sono così forti che è necessario un supporto per la salute mentale.

L’eco ansia non è solo negativa

Anche vi è un numero crescente di ricerche che esplorano le emozioni associate al cambiamento climatico.

Ciò nonostante, non è ancora chiaro se questi stati emotivi negativi o le sindromi di salute mentale emergenti siano necessariamente disadattive o patologiche.

Gli studi si stanno concentrando anche sui comportamenti che le persone tendono ad avere in queste circostante e sulle emozioni che vengono espresse per definire se hanno un effetto potenzialmente paralizzante sull’ambiente o se al contrario, hanno un’influenza positiva sull’adozione di azioni ecocompatibili.

In uno studio qualitativo con attivisti per il clima provenienti da Svezia, Danimarca e Sud del mondo, hanno scoperto che sia la speranza che il senso di colpa possono agire come catalizzatori che trasformano la paura potenzialmente paralizzante in rabbia orientata all’azione, sebbene in modi diversi (Kleres e Wettergren).

Componenti dell’eco ansia

  • PREOCCUPAZIONE PER IL FUTURO = preoccupazione per i propri discendenti e per la generazione successiva
  • EMPATIA =provare emozioni negative per la sofferenza degli altri (ad es. popolazioni vulnerabili, animali)
  • CONFLITTI CON FAMIGLIA/RETE SOCIALE =  conflitti derivati ​​dai diversi atteggiamenti o comportamenti riguardo alla mitigazione del cambiamento climatico
  • DISTURBO relativo ai CAMBIAMENTI AMBIENTALI= come ad es. siccità, estati più calde, assenza di neve negli inverni, scomparsa di piante o animali, che provocano sintomi fisici (es. sintomi simili ad attacchi di panico associati con ondate di calore, ecc..) o portano a confusione o incertezza
  • DISTURBI PSICOLOGICI = sintomi relativi disturbi d’ansia (es. disturbo d’ansia generalizzato, disturbo di panico) e disturbi dell’umore (es. depressione)
  • 6. IMPOTENZA/FRUSTRAZIONE = causate in parte dall’entità della sfida e in parte dalla mancanza di controllo su di essa.

 Tu come ti senti di fronte ai cambiamenti climatici e a tutte le conseguenze negative che ogni giorno si ripercuotono sulla terra e non solo?

Se ti senti sopraffatt* dall’eco ansia possiamo parlarne insieme

Insieme a Radici bioshop abbiamo individuato alcune piccole strategie che possono aiutare per vederle clicca sul suo profilo Instagram.


Fonte: Ágoston C, Csaba B, Nagy B, Kőváry Z, Dúll A, Rácz J, Demetrovics Z. Identifying Types of Eco-Anxiety, Eco-Guilt, Eco-Grief, and Eco-Coping in a Climate-Sensitive Population: A Qualitative Study. Int J Environ Res Public Health. 2022 Feb 21;19(4):2461. doi: 10.3390/ijerph19042461. PMID: 35206648; PMCID: PMC8875433.