Insonnia ed emozioni: come dormire male impatta sulla giornata

Negli ultimi decenni si è sempre più studiata la relazione tra sonno ed emozioni. Uno dei risultati più importanti che è emerso, ci dice che il sonno contribuisce in modo specifico al consolidamento della memoria emotiva (Wagner et al., 2006; Tempesta et al., 2015; Sara, 2017) mentre la deprivazione del sonno altera tale processo (Atienza & Cantero, 2008; Tempesta et al., 2014; Tempesta et al., 2016). 

Altri risultati recenti, sostengono che il funzionamento emotivo della persona è collegato alla sua qualità del sonno. Infatti, se dormiamo male, il giorno successivo avremo facilmente delle ripercussioni sulla nostra funzionalità emotiva e sulla capacità di regolare le emozioni.

Questo cambiamento nella stabilità emotiva si trova costantemente sia in coloro che sono stati privati ​​del sonno all’interno di contesti di ricerca, sia nelle persone con disturbi cronici del sonno.

Recentemente , si è scoperto che l’umore deflesso era una delle conseguente che si verificano più frequentemente per chi presenta problematiche di insonnia cronica (Great British Sleep Survey -GBSS).

I partecipanti alla ricerca, sono stati portati a sperimentare una privazione di sonno, ed in seguito a questa hanno mostrato riduzioni dell’umore positivo nel giorno successivo. Inoltre, è stato riscontrato che un maggiore tempo di veglia durante la notte da cui deriva una peggior valutazione della qualità del sonno, erano associate a diminuzione dell’umore positivo del giorno successivo (McCrae et al., 2008 ).

Inoltre, studi di neuroimmagine funzionale hanno riportato che i soggetti con insonnia rispetto agli altri, presentano un’attivazione dell’amigdala maggiore di fronte a stimoli correlati all’insonnia (Baglioni et al., 2014).

In linea con questi dati, si è evidenziato che esiste un’associazione tra reattività dell’amigdala e livelli di depressione e stress percepito nei soggetti con scarsa qualità del sonno (Prather, Bogdan e Hariri, 2013).

Questi dati suggeriscono che la qualità del sonno è un importante modulatore dell’umore e dell’elaborazione emotiva, e mettono in risalto l’esistenza di una relazione tra scarsa qualità del sonno e disturbi affettivi o d’ansia.

Se vuoi saperne di più scarica gratis il diario del sonno, per iniziare a monitorare la qualità del tuo sonno. Troverai inoltre diverse indicazioni rispetto all’igiene del sonno e alcune buone pratiche.

Trovi inoltre un altro articolo riguardo all’insonnia qui e un video in cui vediamo come iniziare a dormire meglio sul canale YouTube.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *