I limiti: quando diventano positivi?

“I nostri pensieri e la nostra immaginazione sono gli unici veri limiti alle nostre possibilità” O. S. Marden

Ci troviamo in un momento storico in cui la parola “limite” sembra non esistere, o meglio non dovrebbe esistere. Occorre apparire sicuri e quindi se vogliamo dare questa immagine di noi, non possiamo darci dei limiti. Ci vogliono performanti in ogni momento e su ogni cosa e quindi non possiamo porci dei limiti. Senza parlare del tanto citato “multitasking” bisogna fare molte cose, possibilmente in fretta e senza prestare attenzione agli orari. Tutte queste aspettative non prevedono la parola “limite”.

Spesso siamo portati a vedere il limite come qualcosa di negativo, qualcosa che impedisce di andare oltre. Ma siamo così sicuri che il non andare oltre sia così dannoso?

Il limite in alcuni momenti della nostra vita ci aiuta ad esempio a:

  • fermarci e non investire eccessive risorse in qualcosa/qualcuno
  • mettere un confine nelle relazioni (io arrivo fino a lì…e tu?)
  • conoscere i nostri limiti ci aiuta a sapere quali sono le nostre potenzialità e le risorse (fino a dove posso spingermi?)
  • gestire meglio la frustrazione (se cerco di superare un limite ma non ho le risorse per farlo o mi faccio male o mi sento frustrato)
  • esporci a situazioni tollerabili e gestibili (se non conosco i miei limiti rischio di espormi ad eventi/situazioni che poi non so gestire e che finiscono per farmi fare un brutta figura o non mi fanno raggiungere gli obiettivi che mi sono dato)
  • darci obiettivi realistici
  • accrescere la consapevolezza di se stessi
  • proteggerci…

Potremmo aggiungerne molti altri..

Tutto questo va inserito nel contesto e nel momento in cui viviamo, in alcuni momenti della nostra vita possiamo “scegliere” di provare a superare i nostri limiti e magari riusciamo ad ottenere buoni successi. In altri momenti, quando questo non è possibile, imparare ad accettare e diventare consapevoli delle proprie barriere vi porterà molta soddisfazione e forse scoprirete che a volte i limiti ci salvano!

Riprendendo la citazione di Marde, usiamo quindi i nostri pensieri e la nostra immaginazione per sostenere i nostri limiti quando è necessario e per spostare queste barriere quando siamo nella condizione ottimale per farlo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *