Ansia: perchè non è sempre negativa

Le persone generalmente pensano all’ansia come qualcosa di necessariamente negativo.

E’ del tutto normale, perchè nel gergo comune la menzioniamo quando stiamo male o quando viviamo situazioni che per noi sono negative.

In realtà l’ansia è un’emozione al pari di tante altre emozioni e non possiamo fare a meno di sperimentarla. Spesso le persone arrivano in seduta chiedendo espressamente di “voler smettere di provare ansia”.

Questo non è possibile, perchè l’ansia è un’emozione che ci ha permesso di poterci evolvere e salvare, dall’uomo della caverne a oggi.

Quando si arriva in seduta i livelli di stress e di ansia sono spesso molto alti e l’ansia è diventata un meccanismo disfuzionale nella vita della persona.

Spesso ne limita i comportamenti e influenza pesantemente pensieri e credenze, la porta a mettere in atto evitamenti e cercare rassicurazioni.

L’ansia funge da sistema di allarme interno, probabilmente tramandato dall’evoluzione, che ci avverte di minacce sia esterne sia interne (ovvero frutto dei nostri pensieri/credenze).

Questo sistema di allarme entra in funzione per dirci che qualcosa non sta funzionando, quindi in realtà l’ansia può essere considerata positivamente in quanto svolge una funzione protettiva.

Iniziare a vedere l’ansia in ottica diversa ci consente di potercene prendere cura, di ridurre i giudizi che facciamo su noi stessi e iniziare ad accettare che una quota di ansia sia del tutto “normale” e presente nelle nostre vite. Non diventa più qualcosa da scacciare o evitare ad ogni costo, ma qualcosa di cui prendersi cura e da accettare.

Quando senti che l’ansia incide e limita la tua vita è importante che tu possa parlarne con un professionista in grado di aiutarti a comprenderla, viverla e prendertene cura.