Come organizzare al meglio il tuo tempo per non farti prendere dall’ansia

 “Dobbiamo usare il tempo come uno strumento, non come una poltrona” J. Kennedy

Il tempo che abbiamo a disposizione come dice Kennedy è uno strumento, ma spesso viene vissuto come ostacolo, impedimento al raggiungimento dei nostri obiettivi o più spesso della nostra felicità o soddisfazione. In questi ultimi casi tendiamo a vivere il passaggio del tempo e la sua organizzazione come qualcosa di “ansiogeno” e stressante, ci sono tante cose a cui pensare e organizzare, la vita quotidiana ci spinge ad essere sempre più veloci ed efficienti, dobbiamo mantenere standard alti e non possiamo permetterci di sbagliare. Come possiamo fare quindi per non farci prendere dall’ansia? Vediamo insieme alcune strategie:

1. Crea una TO DO LIST

Per organizzarti al meglio è importante conoscere quelli che sono i tuoi impegni, fai una lista scritta dove inserirai tutti i tuoi appuntamenti, scadenza e tempo libero.

Assegna ad ogni impegno una priorità:

A- da fare entro la giornata, al più tardi entro domani

B-  da fare entro la settimana

C-  da fare entro il mese

D-  da fare entro l’anno (impegni a lungo termine)

Per fare questo puoi anche aiutarti con i colori creando un semaforo che ti permetta di avere la situazione immediatamente sotto controllo.

2. Equilibra gli impegni da svolgere nella giornata, non sei Superman!

Ogni giorno quindi imposta una quantità di impegni che sia effettivamente realizzabile, non sei Superman e la giornata è fatta di 24 ore, spesso tendiamo a dimenticarlo!

Inizia a inserire gli impegni più urgenti o che non sono rimandabili, solo dopo quelli di urgenza inferiore. Tieni anche in conto quanto tempo ogni impegno richiede e aggiungi 15-20’ in più per non dover poi correre o arrivare in ritardo.

Affronta un impegno alla volta, dopo averlo portato a termine, contrassegnalo come ‘fatto’  (spunta con un colore o metti una barra sulla tua TO DO LIST) e passa a quello successivo, fai la stessa cosa con gli impegni successivi.

A fine giornata preparare una lista degli impegni per il giorno dopo o aggiorna gli impegni settimanali in vista di nuove attività che via via arriveranno.

Una volta al mese fai un controllo del mese successivo per vedere se effettivamente gli impegni che hai preso sono ben distribuiti e realizzabili nei tempi che ti sei prefissato e per tenere in contro eventuali scadenze.

3. Fissa degli obiettivi realizzabili

Datti degli obiettivi di tempo, cerca di portare a termine un impegno, o una parte di esso, entro un certo tempo. Se ti è più utile imposta un timer o una sveglia che ti aiuti a darti dei limiti.

4. C’è un tempo per tutto anche per le pause

È importante rispettare gli impegni che ci siamo prefissati, ma è altrettanto importante rispettare se stessi e prendersi del tempo per riposarsi o distrarsi un attimo. Non necessariamente si tratta di staccare per ore, può anche essere staccare mezz’ora per fare una passeggiata e sgranchirsi le gambe, oppure leggere  il nostro giornale preferito, o telefonare ad un’amica.. scegliete voi il vostro. E’ importante staccare la spina anche per pochi minuti per ripartire più carichi di prima e con più motivazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *